Poesia per la Sardegna che brucia

Redazione

Un inferno di fuoco e cenere

Avvolge il tuo manto verde

cancella le tracce dei millenni

mentre lacrime

di rabbia e di dolore

scorrono inarrestabili

A voler confortare

di pioggia

la terra arsa

e le vite

pugnalate al cuore

della storia.

Non si toccano le donne

in Sardegna

non è permesso e

questa terra è donna

Madre feconda

di bellezza e cura.

Dov’è il vostro sangue?

Chi ha permesso l’orrore

della madre profanata?

Dove sono,

Madre,

I tuoi figli

Oggi?

Lascia un commento